Beccato ad abbandonare rifiuti a Falerna aggredisce consigliere comunale e agenti, sindaco riafferma: “Battaglia contro trasgressori continua”

Falerna – Arresti domiciliari per un uomo del Beneventano che nei giorni scorsi ha aggredito un agente dalla Polizia locale di Falerna e un consigliere comunale del centro tirrenico lametino. Per l’agente e il consigliere, 10 e 7 giorni di guarigione. È l’incredibile “bilancio” di un grave episodio di inciviltà accaduto sul lungomare in un’area adibita a parcheggio. Secondo quanto appreso, l’uomo alla guida di un camper, e in compagnia della moglie, si è fermato, senza autorizzazione, a bivaccare per ore. Dopo aver consumato pasti, si è liberato dei rifiuti prodotti buttandoli in un canale vicino la spiaggia. Alcuni cittadini hanno allertato i Vigili. L’agente, dopo aver verificato il fatto, ha verbalizzato l’inosservanza comminando una sanzione. A quel punto, la coppia inveiva contro l’agente, tanto che dalle parole l’uomo passava ai fatti aggredendolo. Sul posto poi l’arrivo di un consigliere comunale, Riccardo Floro il quale interveniva cercando con calma di ricondurre l’uomo alla ragione, ma veniva anch’esso preso di mira e picchiato. Per ristabilire l’ordine, ci hanno pensato i carabinieri che hanno inseguito l’uomo nel frattempo salito sul camper e datosi alla fuga, ma veniva inseguito e fermato dopo poco. Vi è da dire che nel centro balneare, da quando si è insediata l’Amministrazione guidata dal sindaco, Daniele Menniti c’è una grande attenzione alla cura degli spazi. Il primo cittadino dopo questo episodio ha infatti ribadito che “la battaglia contro i trasgressori continua”Il Comune di Falerna, da questo punto di vista, ha intrapreso una vera e propria battaglia di civiltà per il rispetto dei luoghi e la salvaguardia dell’ambiente.