Bivona, ragazza precipita dal secondo piano: ricoverata in prognosi riservata

È successo all’improvviso. Ieri mattina, i vicini di casa ne hanno sentito il tonfo e sono accorsi subito nel cortile interno del complesso condominiale Colombera di Bivona, dove una diciassettenne è precipitata da un balcone del secondo piano. La giovane, da quanto si apprende, è stata soccorsa in un primo momento dal padre, che lavora per il Suem 118, ed è stata subito dopo trasferita con l’elisoccorso – attivato dal dottore Antonio Talesa (dirigente area centro servizio 118) – all’ospedale Pugliese di Catanzaro, dove è attualmente ricoverata in prognosi riservata. Pare si tratti di una caduta accidentale, ma le indagini, condotte dai carabinieri della Stazione di Vibo Marina, sono ancora in corso. Per fortuna, secondo quanto hanno potuto constatare alcuni condomini, a ridurre l’impatto sull’asfalto è stata una tenda posizionata al primo piano. Tuttavia nella violenta caduta la giovane ha completamente staccato dal muro esterno dell’appartamento sottostante le corde utilizzate per appendere i panni. La ragazza ha subìto un grave trauma cranico oltre a lesioni all’addome, alla colonna vertebrale e la frattura a un braccio. Sull’asfalto è ancora visibile il sangue che la giovane ha perso battendo con la testa. «Al momento della caduta – ha raccontato un condomino – era vigile, ma non è ancora chiaro come sia precipitata dal balcone che per altro è in cemento». Sgomenti i vicini di casa, abituati a vedere ogni anno, nel periodo delle ferie estive, la ragazza, che proviene da un paesino del Vibonese. «Mi hanno appena informato – ha commentato esterrefatto un anziano -. Spero che si riprenda presto. Sono brave persone».