Bonus e voucher: strategia della Regione Calabria per rilanciare il turismo

Una Calabria che non vuole più rimanere indietro e che non vuole più essere additata come la regione dalle “belle coste, ma vuote” come fare? Se i soldi ci sono è meglio spenderli perché «se ho un euro oggi, domani avrà il valore di dieci euro», parola di Jole Santelli. E se la risposta di Luca Zaia non è piaciuta alla presidente della Regione ed a tutti i calabresi, meno dello spot della Locride di Klaus Davi, quelle coste belle della Calabria, e non solo, magari anche tutto l’entroterra, è proprio il caso di riempirle. A questo scopo circa 60 milioni di euro, messi in campo con vecchi Pac 2007/2013, sono sempre buoni allo scopo e utili per raggiungere un numero di beneficiari di 400mila persone. Chi? Ci sono proprio tutti. Famiglie, giovani, turisti e gli operatori. Naturalmente parliamo di persone che potranno accedere ai voucher regionali in modo semplice, persone il cui Isee non è alto o che hanno avuto un disagio dovuto al Covid.