Calcio: in Prima Categoria il Platania

Platania – Prima storica avventura nel campionato regionale di Prima Categoria per il Platania Calcio. Reduci da due promozioni consecutive, anche in questa stagione i gialloblù saranno guidati in panchina da Jimmy Cutrì. Tanti i calciatori che l’ex attaccante di Sambiase e Juve Stabia ha rivoluto con se dopo averli allenati nel Fronti e, prima ancora, al San Pietro a Maida. Rosa per il resto completata da ragazzi del ridente paese dell’hinterland lametino. “La società, ci dice il riconfermato tecnico, mi ha accontentato in tutte quelle che sono state le mie richieste. Più che una squadra, la nostra può essere definita come una vecchia famiglia con a capo il presidente Giovanni Stella e la quindicina di dirigenti che lo attorniano. Non abbiamo grandi disponibilità economiche e quindi colgo l’occasione per ringraziare, anche pubblicamente, tutti i ragazzi che hanno accettato di venire a giocare con noi in cambio, giusto per i non platanesi, di un davvero minimo rimborso spese. Rosa completa? Alcuni elementi, vedi Tarzia e Salvatore Di Cello, non sono ancora al meglio. Dopo lo stesso Tarzia, ch’è stato l’ultimo ad essersi aggregato, stiamo cercando ancora un difensore, ma non sarà facile prenderlo”. Tanti gli elementi di esperienza e con trascorsi anche in categorie superiori: dal portiere Lucia ai difensori De Grazia, Rocca e Cittadino; dai centrocampisti Buccinnà, Tarzia e Luca Di Cello agli attaccanti Palmieri, Torcasio e Piacente. Giusto per snocciolare qualche nome. Certo, più di qualcuno è oramai vicino ai quarant’anni ma la cifra tecnica resta immutata. “Non abbiamo obiettivi precisi da raggiungere. Cercheremo di tenerci a centro-classifica, poi quello che, eventualmente, dovesse arrivare di più, sarà tanto di guadagnato. Anche perché dovremo misurarci con un girone molto impegnativo e che ci riserverà trasferte lunghe. Le principali favorite per la vittoria finale sono a mio avviso Campora, Rocca di Neto e Scandale. Noi eravamo convinti di venire collocati nel raggruppamento vibonese che conoscevamo, anche a livello ambientale, per averlo disputato, seppure in Seconda, l’anno scorso. Ma cercheremo di farci rispettare ugualmente”. Nell’anticipo casalingo di oggi pomeriggio, valido per la giornata inaugurale del girone B, i gialloblù sfideranno al “Gianni Renda” il Pino Donato Taverna. “Squadra molto forte, osserva sempre Cutrì, e che appena un paio di anni fa ha fatto la Promozione. Non a caso domenica scorsa in coppa ha battuto 5-0 il Magisano. Davanti, poi, hanno due attaccanti fortissimi”. Oltre che la sede degli allenamenti settimanali, l’impianto di via Savutano sarà, dunque, pure la location delle gare interne stagionali. “Il campo di Platania necessita di alcuni importanti lavori per poter essere idoneo alla Prima Categoria. Speriamo di potervi tornare a giocare prima della fine di questo torneo, ma onestamente la vedo difficile. Purtroppo al momento la gente di Platania non potrà neanche venire a vederci giocare al Renda per via delle note restrizioni anti Covid. Questo è il vero problema , ci auguriamo che dopo il 7 ottobre sarà possibile quantomeno un accesso ridotto e limitato del pubblico. Come noto, al momento possono entrare nell’impianto solo trentacinque persone, tra calciatori, tecnici e dirigenti, per ciascuna delle due squadre. Noi stessi dobbiamo rispettare precisi protocolli durante gli allenamenti e le partite. Basti pensare che domenica scorsa a Campora, dove abbiamo pareggiato 1-1 l’andata dei sedicesimi di Coppa Calabria, ci siamo dovuti presentare alle 13:30 nonostante la gara iniziasse due ore dopo”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.