“Capitale italiana della cultura 2022”: Tropea non rientra nelle 10 città finaliste

Roma – Tropea non rientra nelle 10 città finaliste per diventare Capitale italiana della cultura 2022. Nessuna calabrese, quindi, nella classifica nazionale. Resta, quindi, l’amarezza per questa mancata opportunità. La giuria per la selezione della città Capitale italiana della cultura 2022, presieduta dal prof. Stefano Baia Curioni, ha selezionato i 10 progetti finalisti, così come previsto dal bando. Lo annuncia il Mibact. Entrano, dunque, nella shortlist delle città che parteciperanno alla fase finale della procedura di selezione i seguenti Comuni e Città metropolitane, con i relativi dossier: Ancona, Ancona. La cultura tra l’altro; Bari, Bari 2022 Capitale italiana della cultura; Cerveteri (Roma), Cerveteri 2022. Alle origini del futuro; L’Aquila, AQ2022, La cultura lascia il segno; Pieve di Soligo (Treviso), Pieve di Soligo e le Terre Alte della Marca Trevigiana; Procida (Napoli), Procida Capitale italiana della cultura 2022; Taranto, Taranto e Grecia Salentina. Capitale italiana della cultura 2022. La cultura cambia il clima; Trapani, Capitale italiana delle culture euro-mediterranee. Trapani crocevia di popoli e culture, approdi e policromie. Arte e cultura, vento di rigenerazione; Verbania (Verbano-Cusio-Ossola), La cultura riflette. Verbania, Lago Maggiore; Volterra (Pisa), Volterra. Rigenerazione umana. Le dieci città finaliste dovranno presentare i propri dossier alla Giuria in un’audizione pubblica. Gli incontri si terranno, compatibilmente con le misure di contenimento adottate dal governo per la situazione epidemiologica in atto, al Collegio Romano, sede centrale del Mibact, il 14 e 15 gennaio 2021, secondo il calendario e le modalità che verranno rese note a seguire.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.