Caso Covid a Curinga: il sindaco esorta i cittadini al senso di responsabilità

Curinga – Si tratta di una donna, rientrata dall’estero per trovare i parenti, le cui condizioni di salute per ora non destano preoccupazioni, tanto è vero che si trova in isolamento domiciliare. Nuovi particolari sul caso positivo di Coronavirus a Curinga emergono a distanza di un giorno dalla comunicazione del sindaco Vincenzo Serrao, che aveva comunicato tramite la pagina Facebook della propria amministrazione comunale la presenza nel Comune di un caso positivo al Covid 19. Secondo il sindaco Serrao non è il caso di creare allarmismi poiché la signora e così quattro persone con le quali la stessa è venuta a contatto sono stati posti fin da subito in isolamento. La situazione dunque è sotto controllo, la stessa non accusa alcun disturbo. Ha dunque spiegato Serrao: “Da venerdì abbiamo a Curinga la presenza di una persona contagiata. Il soggetto è portatore sano, positivo al tampone ma asintomatico. Soggetto che dimora e lavora nel nostro territorio ma che era fuori per motivi personali. Al rientro è stato sottoposto al tampone ed è risultato positivo. Venerdì sera verso le 22 abbiamo appreso la notizia ufficiosa da parte del centro Covid di Lamezia Terme e subito l’amministrazione comunale ha messo in isolamento il soggetto ed i suoi familiari. Alle 12 di domenica l’Asp ci ha dato la notizia ufficiale e stiamo attuando lo stesso comportamento che abbiamo messo in atto tre mesi fa in piena pandemia per un caso di positività al Covid 19 che abbiamo risolto con successo. Quindi cari cittadini state tranquilli e non andate dietro a false notizie ma colgo l’occasione ancora una volta per esortarvi ad un comportamento individuale e sociale responsabile ed intelligente. I contagi in questo periodo in Italia ed in Calabria sono aumentati. La nostra azienda sanitaria, tramite il centro Covid in questo periodo sta attuando controlli a campione non a tappeto. Per cui possiamo incontrare giornalmente portatori sani della malattia potenziali diffusori della stessa. Rispettiamo le regole: utilizzo di mascherine, distanziamento, lavaggio delle mani quando entriamo in luoghi chiusi, per bloccare il fenomeno. Molti non rispettano le regole, convinti che la tempesta è passata ed il morbo non li tocchi, specie i giovani. State all’erta perché non succeda ora ciò che siamo riusciti ad evitare nei mesi precedenti. Inoltre, potreste essere sottoposti a multe salate se non vi adeguate alle ordinanze ed ai regolamenti. La prefettura ha messo a disposizione dei Comuni tramite bando degli assistenti civici con una graduatoria di merito approvata dalla stessa prefettura perché vengano rispettate le regole antiCovid. Vi esorto dunque al loro rispetto”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.