Coronavirus: rischio focolai nel Cosentino

L’algoritmo della pandemia genera numeri fuori controllo. Ieri, anche in Calabria il contagio è risalito nei diagrammi di crescita fino a quota sessanta nuovi casi. La task force dell’Asp è concentrata nel monitoraggio di potenziali focolai che rischiano di svilupparsi dopo feste di nozze e di battesimo con affollati banchetti tra l’Alto Tirreno, Montalto e Firmo. Nell’Alto Tirreno, i sindaci di Belvedere e Fagnano hanno già individuato e contattato i partecipanti a un matrimonio con un positivo. A Montalto, ci sarà da verificare lo stato di salute di circa 350 invitati provenienti da Celico per partecipare a un banchetto nuziale al quale era presente anche l’avvocato del Foro di Cosenza risultato positivo. Tra i suoi contatti ci sono già 10 persone contagiate. Poi, c’è il cluster calabro-laziale della festa di Firmo. Nella suggestiva cornice del Castello di Serragiumenta si sono ritrovate due comunità, quella di Lungro e di Fiuggi per celebrare il battesimo di un bimbo di madre calabrese e padre laziale con 45 invitati, trenta locali e quindici provenienti dal Lazio.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.