Feroleto Antico: riapre il Politecnico Internazionale “Scientia et Ars”

Feroleto Antico – È stato dato il via all’accordo di cooperazione tra il Comune di Feroleto Antico e il “Politecnico Internazionale Scientia et Ars”, rappresentato in qualità di Rettore dal Professore Orazio Antonio Barra. Questa collaborazione, ripresa dopo anni di interruzione, (ri)nasce per rilanciare le attività di formazione e ricerca per promuovere lo sviluppo economico del piccolo Comune e soprattutto per favorire l’occupazione sul territorio dei giovani. Il Politecnico, condividendo le idee del Comune, si è reso disponibile a supportare l’Ente rilanciando la ricerca e la formazione presso la sede operativa di Palazzo Cosentini. L’Amministrazione Comunale tutta, rappresentata dal Sindaco Pietro Fazio, si è resa disponibile mettendo a disposizione, in comodato d’uso per 3 anni lo storico palazzo comunale per dare lustro e cultura al territorio. Giorno 24 febbraio si svolgerà la prima seduta di laurea in presenza, nel rispetto delle attuali norme Covid. “Un grande passo in avanti – si legge in una nota – per l’intero comune che avrà l’onore di ospitare il Politecnico Internazionale “Scientia et Ars”, la prima istituzione italiana intitolata per Decreto del Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, a svolgere, dal 2003, percorsi biennali misti artistico-scientifici, ad allievi in possesso di Diploma di Conservatorio o Accademia, o di Laurea di I Livello, la quale e l’unica a rilasciare Diplomi Accademici di II Livello (Lauree Specialistiche) in “Musica, Spettacolo, Scienza e Tecnologia del Suono” e “Arti Visive, Comunicazione, Scienza e Tecnologia dell’Immagine” in collaborazione con il Conservatorio di Vibo V. e l’Accademia di Reggio C. Nel Politecnico, la fisica, l’elettronica, le nuove tecnologie si uniscono ai saperi artistici tradizionali per produrre nuove figure professionali ad alto impatto occupazionale nel crescente mercato della “civiltà del sapere”. I Trinomi “Scienze-Arti-Tecnologie” e “Formazione-Produzione-Lavoro” ne sono le sue specifiche peculiarità, che hanno, tra l’altro, già prodotto l’occupazione di oltre un centinaio di allievi. Feroleto può così, diventare un fiore all’occhiello nel territorio Calabrese, per quanto riguarda ricerca, cultura e formazione”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.