Il giorno dell’addio al presidente Santelli: Conte e Casellati attesi in Calabria

Cosenza – Calabria in lutto. Oggi, alle 16:30 nella Chiesa di San Nicola a Cosenza, con una cerimonia funebre in forma strettamente privata, familiari, amici, politici e autorità daranno l’ultimo saluto alla Presidente della Regione, Jole Santelli. Atteso alle esequie, anche il Premier Giuseppe Conte. Sarà presente anche la Presidente del Senato Elisabetta Casellati. Il feretro questa mattina, intorno alle 10:30, ha lasciato la casa di via Piave, nel centro di Cosenza, per dirigersi verso la chiesa dove è stata allestita la camera ardente. Questa sera, dopo la funzione sarà portato in Cittadella regionale. Sabato 17 ottobre, infatti, dalle 9 alle 15, sarà allestita in piazza San Francesco di Paola, una camera ardente per consentire a quanti vorranno di renderle omaggio. Alle 15, il presidente della Cec e arcivescovo di Catanzaro-Squillace, mons. Vincenzo Bertolone, benedirà la salma del presidente della Regione. In tanti, rappresentanti istituzionali, politici, ma anche semplici cittadini, si sono recati a casa della governatrice della Calabria Jole Santelli per rendere omaggio alla salma. Sarebbe morta per un’emorragia interna, causata dalle patologie tumorali di cui soffriva da tempo, nella notte tra il 14 e il 15 ottobre nella sua abitazione di Cosenza. La Santelli avrebbe compiuto 52 anni il prossimo 28 dicembre. Per la giornata di oggi, non solo le grandi città calabresi, ma anche tanti piccoli comuni hanno deciso di proclamare lutto cittadino. Bandiera a mezz’asta anche in diversi centri del lametino, così come nella città di Lamezia. Inoltre, alle 11, i cittadini e le istituzioni pubbliche e private, in segno di cordoglio e rispetto, sono invitate ad esprimere in forma autonoma la loro partecipazione al lutto, osservando un minuto di silenzio. Conosciuta a livello nazionale per la sua lunga carriera politica, la sua grinta e determinazione (la prima volta in Parlamento nel 2001 quando aveva 33 anni), la Santelli ha governato la Calabria, in piena emergenza coronavirus, per soli otto mesi. Era stata proclamata presidente il 15 febbraio, prima donna di una regione del Sud a ricoprire tale ruolo. A lei, appresa la notizia della prematura scomparsa, politici, presidenti di regione e sindaci di tutta Italia, ma anche semplici cittadini, hanno dedicato commossi pensieri e ricordi. Pochi giorni fa, i video della festa e i balli per l’elezione del sindaco di San Giovanni in Fiore avevano fatto il giro del web tra le polemiche. Quella tarantella che l’ha contraddistinta dall’inizio, quando ha festeggiato la sua vittoria alle regionali ballando a piedi nudi in un hotel di Feroleto Antico lo scorso 27 gennaio, che oggi assume un altro valore.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.