Inchiesta “Fenice”: due condanne per voto scambio

Torino – Due uomini affiliati alla ‘ndrangheta arrestati circa un anno fa perché accusati di aver stretto un patto elettorale con l’ex assessore regionale piemontese, sono stati condannati a 4 anni e 8 mesi e a 7 anni e 7 mesi nel processo con rito abbreviato per voto di scambio politico mafioso. Reato, che, secondo i pm Paolo Toso e Monica Abbatecola, è stato commesso in concorso con l’ex assessore. Lo riportano le pagine locali del quotidiano La Stampa. Secondo l’accusa, in occasione delle elezioni regionali del 2019 i due boss hanno ottenuto 7.900 euro, versati in due tranche, dall’ex assessore, arrestato lo scorso dicembre dalla guardia di finanza e ai domiciliari dallo scorso luglio.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.