Incontro tra Comalca e Coldiretti Calabria

Catanzaro – Comalca e Coldiretti Calabria hanno avviato, questa mattina, un dialogo con l’intento di giungere all’avvio di una collaborazione funzionale. L’obiettivo è quello di attivarsi, in maniera sinergica e coordinata, per dare al comparto agroalimentare calabrese un sempre più ampio risalto sia sul mercato regionale che al di là del Pollino e dello Stretto. L’incontro odierno, coordinato dal presidente di Comalca Daniele Maria Ciranni, ha visto la partecipazione di Franco Aceto e Francesco Cosentini, rispettivamente presidente e direttore di Coldiretti Calabria, Fabio Borrello e Pietro Bozzo, presidente e direttore di Coldiretti Catanzaro-Vibo Valenta-Crotone, nonché di Daniele Rossi, presidente della Camera di Commercio di Catanzaro. “L’emergenza sanitaria che abbiamo affrontato e che stiamo continuando ad affrontare ha visto modificarsi anche il modello di mercato di riferimento e quindi di business a cui guardare nella gestione di Comalca, ha detto Ciranni. Già prima dello scoppio della pandemia erano comunque emerse delle potenziali strategie nello sviluppo del mercato che oggi hanno assunto contorni sempre più delineati e nell’incontro con Coldiretti sono state affrontate e valutate nell’ottica di una collaborazione di ampio respiro. Siamo felici di aver trovato in Coldiretti Calabria un interlocutore attento e interessato con cui condividere le potenzialità di sviluppo del settore agroalimentare calabrese”. “Siamo grati a Comalca e al presidente Ciranni per aver pensato a Coldiretti quale principale interlocutore per lo sviluppo della struttura e del territorio, ha aggiunto Aceto. Questo primo incontro è servito a gettare le basi di una collaborazione che abbia come obiettivo la concreta valorizzazione dei prodotti agroalimentari calabresi. Coldiretti e Comalca hanno spazi e competenze che, se messe a sistema, possono dare sostanza ad iniziative certamente interessanti e utili per l’intero comparto”. “La Camera di Commercio di Catanzaro crede fermamente nell’esigenza di sviluppo ulteriore del Comalca, soprattutto se condotta in sinergia vera e concreta con il territorio e le sue aziende. Questo incontro ha, a mio avviso, aperto una strada da percorrere con entusiasmo: parliamo sempre delle potenzialità del comparto agroalimentare, ma queste non potranno mai essere espresse se continuiamo a ragionare per compartimenti stagni anziché per progetti comuni e condivisi che coinvolgano tutti gli attori interessati e facciano lavorare assieme le migliori competenze”, ha concluso Rossi al termine dell’incontro.