Lamezia: Liceo Artistico ‘Fiorentino’ mostra digitale “Arte-Ficio lavorare con arte”

Lamezia Terme – La mostra Arte-Ficio lavorare con arte III edizione – artealfemminile sabato 28 novembre è stata inaugurata. Curata dal gruppo Arte-Ficio del Liceo artistico Statale Francesco Fiorentino di Lamezia Terme, la mostra è stata pensata e organizzata in digitale. Per assecondare le misure anticovid, il tutto è avvenuto in sicurezza e con un collegamento su Meet di GSuite. La distanza è stata solo fisica. Tra i partecipanti si percepiva una forte emozione, nel ritrovarsi, tutti connessi per il taglio, seppur virtuale del nastro. “La mostra di donne vuole essere un segno positivo che possa ribadire con forza mai più violenza sulle donne”, dicono gli organizzatori, che hanno messo insieme il sapiente lavoro e la creatività di artigiane, artiste e designer che operano sul territorio lametino e calabrese, ma anche artiste che pur lontane mantengono uno stretto legame con la terra di origine. “Un’esperienza, quella di Arte-Ficio, lavorare con l’arte, nata inizialmente come percorso di alternanza scuola lavoro – spiegano – ha visto nelle passate edizioni la presenza di artisti del territorio, di designer e della Fondazione Pistoletto. Nella sua terza edizione è diventata un’occasione di relazioni, tra la scuola e il territorio, tra gli studenti del liceo artistico e le realtà creative. E infine una modalità insolita per mettere in comunicazione, in rete, gli artisti stessi. In una società sempre più liquida, è fondamentale instaurare forti legami con i luoghi di appartenenza e lavorare coniugando tradizione e innovazione, denuncia e salvaguardia dell’ambiente”. La professoressa Clementina Gily Reda ha avviato, con la sua inattesa presenza, l’inaugurazione. Personaggio di spicco nel campo culturale e dell’arte, docente, giornalista, ricercatrice, ha salutato e sostenuto la platea di artist e di docenti che seguono con interesse il suo lavoro di ricerca ed elaborazione dell’arte come metodologia pedagogica. 40 le donne artiste che si sono prestate prontamente a questo insolito gioco: artiste, artigiane, designer tutte hanno messo in luce la propria creatività e sensibilità, attraverso le opere e gli interventi che hanno via via accompagnato il tour virtuale. Il dirigente scolastico, Nicolantonio Cutuli, ha affermato di essere rimasto “ammaliato, stupito del grande lavoro e dalle opere che appunto ci hanno catapultato nell’animo delle artiste”. La mostra presenta tutte le forme d’arte: dalla fotografia all’istallazione, dalla pittura alla scultura, dal fashion design al gioiello, dalla lavorazione ceramica, al vetro, alla tessitura. La galleria progettata proprio per questa occasione, è un grande contenitore di storie, tradizioni, innovazioni, sperimentazioni, legami e identità. Ogni opera è un tassello fondamentale nel racconto al femminile dell’arte. È un’intima contaminazione di esperienze e di pratiche artistiche che viene affidato a tutti per essere raccontato e consegnato al mondo. Un ringraziamento particolare va a tutte le artiste che hanno partecipato: Caterina Arcuri, Tania Bellini, Laura Bianco, Maria Graziella Cantafio, Rosa Maria Caroleo, Anna Catizione, Sara Cavarretta, Emanuela Condito, Anna Vittoria Cossari, Barbarina Cristofaro, Carmela Cosco, Valeria Dardano, Francesca de Fazio, Maria Falvo Mousa, Manuela Garritano, Paola Lamedica, Mirella Leone, Francesca Loricchio, Emilia Lupia, Simona Massara, Natascia e Rossella Mellace, Maura Micangeli, Ilenia Pasqua, Roberta Petrillo, Debora Porco, Maria Puleo, Maria Rosaria Quintiero, Antonella Rocca, Manus Rosae, Antonella Rotundo, Simona Scicchitano, Francesca Spoto, Laura Stancanelli, Vilsona Tafani, Sonia Talarico, Maria Villirillo, Marica Zarola, Micol Zarola. “Grande prova di didattica integrata che vede, in un vero compito di realtà, la messa in rete di generazioni diverse di artiste, di studenti e docenti che elaborano e dialogano per un preciso obiettivo: costruire un modello virtuale possibile e realizzabile, fino al minimo dettaglio” Commenta così il Dirigente, soddisfatto del lavoro che i docenti d’indirizzo, il gruppo Arte_ficio del Liceo Fiorentino, hanno realizzato. La mostra è stata allestita utilizzando Artsteps, sito web che consente di creare gallerie d’arte virtuali in spazi 3D realistici, permettendo al visitatore di muoversi agevolmente tra le sale, dialogando in maniera interattiva con le opere esposte. Si ricorda che la mostra digitale ARTE-FICIO lavorare con arte III edizione – artealfemminile inaugurata ieri sarà visitabile collegandosi al link che sarà condiviso sul sito istituzionale della scuola: www.liceofiorentino.edu.it, e sui canali social, Facebook e Instagram.