Lamezia, operazione “Fratelli d’acciaio”: il gip revoca l’interdizione nei confronti della 47enne

Lamezia Terme – Il giudice per le indagini preliminari di Lamezia Terme, Rossella Prignani, ha revocato l’interdizione all’esercizio di attività professionali e d’impresa nei riguardi della 47 enne, che nei giorni scorsi era stata coinvolta nell’operazione “Fratelli d’acciaio” eseguita dalla procura lametina e dalla Guardia di finanza nei confronti di sette persone operanti nel settore della fabbricazione e commercializzazione del legno e dell’acciaio, ritenuti, a vario titolo, responsabili di un’associazione a delinquere finalizzata alla commissione di innumerevoli reati di bancarotta fraudolenta e di sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte ai danni dell’erario In particolare, il giudice però per quanto riguarda la posizione della 47enne “ha fornito la propria versione dei fatti, si legge nel provvedimento di revoca, sottolineando di svolgere e di aver sempre svolto solo l’attività di farmacista e di essere del tutto estranea alle vicende societarie. Il narrato della donna, prosegue il giudice, è apparso credibile e sincero”. Da qui la decisione del gip di revocare la misura interdittiva a carico della donna.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.