Lamezia, Patto Sociale: “Infermieri del reparto Covid da novembre senza retribuzione”

Lamezia Terme – Il Direttivo di Patto Sociale interviene nuovamente sulla questione relativa agli infermieri assunti dall’Asp con contratti co.co.co, per fronteggiare l’emergenza Covid per chiedere alle Istituzioni preposte nonché alla struttura commissariale dell’Asp “di provvedere, senza ulteriori ritardi, al pagamento degli stipendi di tali infermieri che dal mese di novembre stanno prestando la loro attività lavorativa senza ricevere alcuna retribuzione”. Per Patto Sociale “è chiaro ed evidente che le rassicurazioni che si sono susseguite non bastano più ma servono certezze e queste sono rappresentate solo dall’ immediato pagamento delle spettanze a questi infermieri che stanno lavorando con grande abnegazione e passione nonostante le tantissime difficoltà. In un periodo delicato quale quello che stiamo attraversando, in cui il virus non accenna a diminuire d’intensità, non è ammissibile lasciare tali infermieri, che già non hanno alcuna garanzia a causa della tipologia di contratto applicata, senza alcuna forma di sostentamento e senza alcuna retribuzione per l’attività lavorativa prestata. Eventuali disservizi tra uffici o problemi burocratici non possono ricadere e soprattutto non devono penalizzare tali lavoratori e le loro famiglie alcune delle quali monoreddito che si trovano ad affrontare enormi sacrifici quotidiani”. In quest’ottica, concludono: “chiediamo al governo regionale nonché alla struttura commissariale dell’Asp di adoperarsi affinché vengano corrisposte le retribuzioni pregresse spettanti senza ulteriori e pregiudizievoli ritardi”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.