Lamezia: primo anniversario insediamento vescovo Schillaci

Lamezia Terme – Ricorre, tra qualche giorno, il primo anniversario della consacrazione Episcopale di Monsignor Giuseppe Schillaci. Il 6 luglio dello scorso anno, migliaia di fedeli provenienti da tutta la Diocesi e da quella di Catania, sacerdoti, vescovi e autorità civili e militari hanno, per l’occasione, affollato corso Numistrano. Ad un anno da quella storica giornata per Lamezia, il Vicario Generale Adamo Castagnaro invita a celebrare questo anniversario con “la preghiera e l’impegno personale nella vita di ogni giorno”. Il Vescovo Mons. Schillaci, si ricorda, dopo l’intervento di cardiochirurgia avvenuto al Gemelli di Roma, sta recuperando le forze con la riabilitazione e il riposo nella sua casa materna in Adrano. “Ci auguriamo – scrive il Vicario nella lettera indirizzata a sacerdoti e fedeli – che ritorni al più presto tra noi per godere della sua presenza e gustare la sua saggia parola evangelica e pastorale. Ci rallegriamo per il trentatreesimo anniversario della sua ordinazione sacerdotale avvenuta il 4 luglio del 1987 e del primo anniversario della sua consacrazione Episcopale, avvenuta il 6 luglio 2019. Tutti abbiamo ancora nella mente, nel cuore e negli occhi le immagini, i sentimenti, le gioie e le speranze di quel pomeriggio sul corso Numistrano. A distanza di un anno siamo sempre più convinti che la sua venuta in mezzo a noi è veramente un dono grande della Provvidenza e il popolo di Lamezia lo manifesta nel comune sentire”. “Avremmo voluto celebrare e gioire con il nostro Vescovo, per questi due anniversari, ma purtroppo non è possibile. Festeggiamoli ugualmente – invita infine il Vicario Generale – davanti a Dio, con la preghiera e l’impegno personale nella vita di ogni giorno. Per stare insieme a tavola, non mancheranno occasioni, c’è una “mensa” più grande che ci unisce: la celebrazione eucaristica! Certi della forza della preghiera, eleviamo al Signore, suppliche e rendimenti di grazie per averci inviato un sacerdote umile e docile che si prende cura, da buon pastore, di tutto il gregge e, in modo garbato, dei più fragili. Auguri Eccellenza da tutta la Diocesi di Lamezia Terme. Molte volte Lei ha dichiarato che ci vuole bene e noi affermiamo che gliene vogliamo ancora di più. Gareggiamo nello stimarci a vicenda e allora la nostra Diocesi non camminerà ma volerà sempre più in alto”.