Lamezia Terme: Tar dispone prosecuzione verifiche elettorali in 48 sezioni

Lamezia Terme – Il Tar della Calabria nella Camera di Consiglio del 29 luglio ha dato via libera alla prosecuzione delle verifiche delle schede elettorali relative ai 48 seggi, oggetto del ricorso presentato dai candidati a sindaco, Silvio Zizza di Cinquestelle e Massimo Cristiano sostenuto da due liste civiche nella tornata amministrativa del novembre 2019. Erano stati gli avvocati del Comune a chiedere al Tar di rivedere le modalità dello svolgimento delle operazioni in corso. Nell’ordinanza del Tar, si legge “vista l’istanza di chiarimenti e di proroga formulata dal verificatore” ovvero dalla prefettura, e “considerato che la verificazione ha ad oggetto le sole censure indicate nei ricorsi, sicché il potere di acquisizione documentale conferito al verificatore è ancillare rispetto a tale obiettivo; ritenuto, pertanto, che il verificatore debba accertare l’esistenza delle incongruenze e delle discrasie specificamente indicate nei ricorsi sulla base del raffronto fra i verbali, acquisendo le schede solo laddove ciò sia funzionale alle censure formulate, dunque, ad esempio, nelle ipotesi in cui sia stata specificamente dedotta la non corrispondenza tra le schede autenticate e le schede residuate dopo il voto, e non anche al fine del ricalcolo dei voti; ritenuto di accogliere l’istanza di proroga formulata dal verificatore per permettere il corretto e completo espletamento dell’incarico; il Tribunale amministrativo regionale per la Calabria-Sezione Seconda” dopo aver fornito i chiarimenti “concede una proroga di sessanta giorni per il deposito della relazione finale di verificazione. Rinvia l’udienza per l’ulteriore trattazione del merito alla data del 15 dicembre 2020”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.