Reggio: beni per 2,5 milioni confiscati a imprenditore

Reggio Calabria – Beni del valore di oltre 2,5 milioni di euro sono stati confiscati dai carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria ad un imprenditore 41enne di Rosarno, arrestato nell’operazione Ares condotta nell’estate del 2018. Il provvedimento è scaturito dalla pronuncia della sezione misure di prevenzione del Tribunale della città dello Stretto che ha ravvisato gli estremi per sottrarre gran parte del patrimonio all’imprenditore. I beni, secondo l’accusa, di provenienza illecita, erano stati messi a disposizione delle consorterie criminali rosarnesi.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.