Reggio: controlli movida e violazioni norme anti Covid

Reggio Calabria – Particolarmente attenzione alla zona del lungomare e alla “movida reggina”, nella stagione estiva, soprattuto per la verifica del rispetto delle norme Covid, da parte della Questura di Reggio Calabria. Nel centro cittadino, infatti, una sanzione amministrativa prevista dalla legge è stata irrogata nei confronti di 5 persone che sono state identificate in quanto ritenuti i responsabili di una violenta colluttazione nella notte della scorsa domenica. Tra questi 3 sono i maggiorenni e due i minorenni, tutti residenti nella zona di San Giorgio Extra, nella zona sud della città di Reggio. Su indicazione del Comitato OSP, il Questore ha disposto con propria ordinanza l’intensificazione dei servizi di prevenzione e di ordine pubblico nell’intera zona del lungomare, sia nella parte alta che in quella bassa, con l’utilizzo di Reparti inquadrati delle FF. OO. e di ben cinque autopattuglie dedicate esclusivamente a tale settore nelle serate e nelle intere nottate dei fine settimana. Nello stesso ambito, gli Agenti del Commissariato di P.S. di Villa San Giovanni, sono intervenuti nei confronti di 7 persone inosservanti le prescrizioni dettate dalla normativa emergenziale. In particolare, a Scilla, gli interessati hanno partecipato ad una cerimonia tenutasi in un ristorante senza osservare il dovuto distanziamento sociale e senza indossare le mascherine, il cui utilizzo è necessario per la propria e l’altrui tutela. Attraverso le fotografie postate sui social che ritraevano i partecipanti, è stata accertata la loro identità e la palese violazione delle norme Covid e si è proceduto nei loro confronti con la contestazione della violazione amministrativa, così come nei confronti della proprietaria dell’esercizio commerciale ove si è verificata la vicenda. Il personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura, nell’ambito dei servizi predisposti specificamente per i controlli dei locali più frequentati della città, ha sanzionato secondo la normativa Covid un Lido dove non era rispettato il distanziamento sociale, disponendo anche la chiusura dell’esercizio commerciale per 5 giorni, ed ha inoltre proceduto amministrativamente per la somministrazione di alcolici a 4 minori. Ad alcuni Chioschi è stata invece irrogata la sanzione prevista per emissioni sonore oltre l’orario stabilito.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.