Torre Ruggero: didattica a distanza limitata, studenti “bloccati” nella zona rossa

C’è l’intervento del consigliere regionale Francesco Pitaro del gruppo misto su quanto sta succedendo ai ragazzi di Torre di Ruggiero che non stanno uscendo dal proprio paese per andare a scuole, in quanto il comune è stato dichiarato “zona rossa” dal vice presidente della Regione Calabria Nino Spirlì. Ordinanza che impedisce le famiglie di poter portare i figli a scuola sia a Chiaravalle Centrale che a Cardinale, ma anche in altre sedi scolastiche. Nello stesso tempo ci sono pure forti limitazioni alla didattica a distanza ed in altre circostanze, hanno lamentato le famiglie, la modalità telematica non è prevista. Il consigliere regionale Francesco Pitaro ha invitato il presidente della Regione a chiarire in maniera più esplicita cosa possono fare i cittadini.