Trasporti pubblici ridotti del 70% nel catanzarese

Comuni dell’entroterra della provincia di Catanzaro, ancora senza servizio pubblico per quanto concerne il trasporto garantito localmente dalle sole Ferrovie della Calabria. Dopo lo stop imposto dall’emergenza sanitaria con scuole chiuse e senza pendolari, a rimanere appiedati sono i lavoratori e quanti hanno necessità di spostarsi da una sede all’altra anche per curarsi. Regione Calabria anche ancora oggi non ha inteso ripristinare i servizi per la piena fruibilità da parte della vasta utenza dell’area delle Preserre, perché ad essere direttamente coinvolti sono i comuni di Cardinale, Chiaravalle e Torre di Ruggiero i poi a scendere la riduzione delle corse, tocca da vicino altri comuni come Argusto e Gagliato. Il taglio del 70% dei servizi di trasporto pubblico calabrese è un dato di fatto che si è tramutato nella riduzione al minimo dei servizi di trasporto di persone.