UMG, Senato accademico: dalle urne escono 7 volti nuovi

Giuseppe Viglietto, Arturo Pujia, Donatella Paolino, Maurizio Morelli, Raffaella Nigro, Valeria Maria Morittu e Tommaso Cristofaro. Sono loro i sette volti nuovi del Senato accademico che reggerà le sorti dell’Università Magna Græcia di Catanzaro fino al 2023. Questo il responso dell’elezioni online, le disposizioni anti contagio da Covid – 19 non ammettono deroghe, che ieri alle 18 hanno certificato scelte che, tranne per ciò che concerne la rappresentanza del personale tecnico, amministrativo, erano state già compiute in fase di presentazione delle candidature. Il sistema dei candidati unici, in effetti, ha messo all’angolo le sorprese riservando a Tommaso Cristofaro, vincitore su Daniela Severelli, il ruolo di uomo titolare dell’eccezione che anche stavolta ha confermato la regola. Per il Senato accademico scatta comunque una nuova era della quale farà parte anche il direttore del dipartimento di Medicina sperimentale e clinica. Tre e non più due, com’è stato finora, saranno i posti riservati alla rappresentanza dei dipartimenti. E tre è anche il numero perfetto per ciò che concerne le riconferme. Restano al loro posto i direttori dei dipartimenti di Scienze della Salute e Scienze Giuridiche, Storiche, Economiche e Sociali, Francesco Luzza e Geremia Romano, come pure il ricercatore di Istituzioni di diritto pubblico Paolo Nicosia. Con lui a rappresentare i ricercatori dell’ateneo Magna Græcia ci sarà anche Valeria Maria Morittu, la veterinaria che si occupa di salute animale, sicurezza e qualità alimentare eletta in sostituzione dell’uscente Ernesto Palma.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.